Presto ci chiameremo Rehappy :)

European Week for Waste Reduction: presenza italiana alla 12a edizione

European Week for Waste Reduction: presenza italiana alla 12a edizione

Si è conclusa pochi giorni fa la European Week for Waste Reduction (EWWR), la celebre settimana europea per la riduzione dei rifiuti, che si svolge tutti gli anni nel mese di novembre. Arrivata alla sua dodicesima edizione, la EWWR, ha visto anche la presenza di realtà 100% italiane.

Per questa edizione sono state messe in atto oltre 10.600 azioni relative alla riduzione dei rifiuti, al riutilizzo dei prodotti, al riciclaggio dei materiali e alla pulizia -up, in 33 paesi in Europa e oltre. Il tema scelto è il rifiuto invisibile, ovvero quel rifiuto che è nascosto alla maggior parte di noi perché generato durante la lavorazione dei prodotti. Questo tema evidenzia la necessità di prevenire gli sprechi lungo tutto il ciclo di vita di un prodotto, sfidando i partecipanti a rendere visibili i rifiuti invisibili e conoscere il "peso reale" che portano a casa dopo un acquisto.

EWWR: La presenza italiana

Non è mancata la presenza italiana! Anche il nostro Paese infatti, ha partecipato alla European Week for Waste Reduction.

Ecoambiente

Ecoambiente, il gestore del ciclo integrato dei rifiuti in Polesine, ha progettato un video diffuso in questi giorni, nel quale si invita ad una riflessione sull'economia circolare e sull'importanza delle buone pratiche nelle attività quotidiane. Il video, che ha come titolo “Fai la cosa giusta, è una questione di stile e non di età”, realizzato in collaborazione con Achab Group, mostra alcune immagini accompagnate da un testo chiaro e diretto. Si tratta di un video che si aggiunge alle altre iniziative che vengono messe in campo dall’azienda, dall'educazione ambientale nelle scuole, quest'anno rimodulata a causa dell'epidemia, alle campagne di riduzione dei rifiuti sulle spiagge polesane. Ecoambiente, che si avvia verso un nuovo affidamento trentennale in house da parte dei Comuni polesani, intende ancor più valorizzare il proprio ruolo di riferimento come alfiere delle buone pratiche ambientali e non solo di mero gestore del servizio dei rifiuti, ponendosi come capofila di iniziative di sensibilizzazione, come, appunto, la Settimana europea di riduzione dei rifiuti.

Gruppo Sogin

Il Gruppo Sogin ha promosso invece il webinar “L’innovazione per la gestione sostenibile dei rifiuti radioattivi”. Il seminario ha approfondito la gestione innovativa dei rifiuti, una delle aree più rilevanti dell’economia circolare in quanto consente di esplorare nuove soluzioni di sviluppo sostenibile. Focus del webinar è stato il ruolo dell’innovazione, realizzata nell’ecosistema di startup e PMI innovative italiane, nel gestire e ridurre il “peso” dei rifiuti. Nel caso dei rifiuti radioattivi, cioè quelli che emettono radioattività, per sua stessa natura invisibile, inodore e insapore, il peso si riferisce al loro volume.

Due realtà italiane protagoniste di uno dei più importanti eventi dedicati all’ambiente e alla corretta gestione dei rifiuti.

Quali sono gli obiettivi dell'EWWR? Le 3R

La Settimana europea per la riduzione dei rifiuti rappresenta la più grande campagna di sensibilizzazione sulla prevenzione dei rifiuti in Europa. Guidata dalle autorità pubbliche locali e regionali, riunisce tutti i cittadini, le scuole, le imprese, le ONG e le associazioni che organizzano attività di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti.
I suoi obiettivi sono scritti nero su bianco sul sito corporate ewwr.eu. In particolare le azioni svolte nell'ambito dell'EWWR riguardano le 3R: riduzione dei rifiuti, riutilizzo dei prodotti, riciclaggio dei materiali. Vediamole nel dettaglio:

Riduci: chiediti se hai davvero bisogno della merce che stai per acquistare prima di acquistarla. Ciò vale anche per l'imballaggio in cui vengono forniti alcuni prodotti. Puoi forse riutilizzare le cose o prenderle in prestito da un amico o riparare oggetti rotti o condividere gli strumenti di un vicino? Se la risposta è sì, allora puoi - e dovresti - RIDURRE.

Riutilizza: questa è la parte in cui i consumatori coscienziosi possono davvero fare la differenza. Scambia gli oggetti monouso con quelli riutilizzabili in ogni area della tua vita! Questo è il caso non solo della plastica, ma di tutti gli altri articoli e prodotti monouso! Convinci il tuo datore di lavoro, i compagni di classe, la famiglia, gli amici o i vicini a fare lo stesso!

Ricicla: è meglio del conferimento in discarica, ma non è la nostra opzione preferita. Perché? Se hai bisogno di riciclare qualcosa, significa che stai già generando rifiuti. Se sei seriamente intenzionato a riutilizzare e ridurre, il riciclaggio dovrebbe costituire solo una piccola parte dei tuoi sforzi.

Queste le 3R della settimana più green d'Europa che, anche quest'anno, ha incoraggia tutti gli europei e non solo, a svolgere azioni di sensibilizzazione sulle risorse sostenibili e sulla gestione dei rifiuti durante una sola settimana di novembre. Chapeau!